Parcheggio Garibaldi: le istruzioni per l’uso

Parcheggio Garibaldi: le istruzioni per l’uso

Dettagli della notizia

Il parcheggio Garibaldi convince. Sono decine gli automobilisti che hanno già utilizzato il nuovo parcheggio comunale, da 62 posti auto, inaugurato il 31 dicembre scorso alla presenza del sindaco, Tommaso Minervini, del vescovo,monsignor Domenico Cornacchia, dal presidente della Multiservizi, Giulio La Grasta, società a cui è stata affidata la gestione. Presenti anche il presidente del consiglio comunale, Nicola Piergiovanni, l’assessore ai lavori pubblici, Mariano Caputo, oltre a consiglieri comunali.
Convince il fatto che l’area parcheggio si trova in pieno centro; è video sorvegliata 24 ore al giorno; può essere “gestita” anche da remoto per le eventuali emergenze che possono verificarsi; ha tariffe contenute a fronte del servizio offerto specie a chi deve fare una commissione in centro, magari viene da fuori, e non ha voglia di macinare chilometri per trovare un posto auto disponibile.

Le tariffe sono differenti a seconda che si tratti di periodo estivo compreso tra il primo giorno di maggio e il 31 ottobre, e il periodo invernale, compreso tra il primo giorno di novembre e il 30 aprile, e delle fasce orarie.
Nel periodo estivo la tariffa diurna, compresa tra le 9 e le 22, è di un euro all’ora, la tariffa serale compresa tra le 22.01 e le 8.59 del giorno dopo, è di 0.35 centesimi all’ora.
Nel periodo invernale la tariffa diurna, compresa tra le 9 e le 21, è di un euro all’ora, la tariffa serale compresa tra le 21.01 e le 8.59 del giorno dopo, è di 0.35 centesimi all’ora.
Sia in estate che in inverno per i primi dieci minuti nulla è dovuto.

Il ticket deve essere ritirato al momento dell’ingresso nell’area parcheggio. La tariffa deve essere pagata al momento dell’uscita. Il pagamento della sosta deve essere eseguito attraverso la cassa automatica che accetta pagamenti in denaro contante (con sola esclusione dei tagli da € 0.01, € 0.02, € 50.00, € l00.00, € 200.00 e € 500,00), carte di credito, bancomat, ecc. ed effettuerà operazioni di resto fino ad un importo di € 20.00.
Nel caso in cui dovessero esserci problemi l’automobilista può richiedere l’intervento del gestore, la Multiservizi, semplicemente schiacciando un pulsante che attiva una chiamata a cui risponde sempre un operatore in grado, da remoto, di sollevare le aste per l’uscita. Va da sé che l’automobilista deve dimostrare di aver con sé il ticket del parcheggio.
All’esterno del parcheggio, che è dotato di telecamere e sistema di videosorveglianza sempre attivo, è presente un contatore che indica quanti posti sono ancora liberi.

Immagini della notizia

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su