Rilancio ristorazione: esonero dalla tassa per occupazione del suolo pubblico fino a ottobre, possibilità di ampliamento esterno del 100%

Rilancio ristorazione: esonero dalla tassa per occupazione del suolo pubblico fino a ottobre, possibilità di ampliamento esterno del 100%

Dettagli della notizia

Pubblicata all’albo pretorio il modello per inviare la manifestazione di interesse finalizzata alla concessione di aree pubbliche in favore dei titolari di pubblici esercizi per la collocazione di tavoli, sedie, ombrelloni e fioriere.

“L’Amministrazione Comunale – spiega il sindaco Tommaso Minervini – intende mettere in atto tutte le possibilità per il ritorno alla libertà responsabile. Con questo provvedimento si favorisce l’occupazione di suolo su aree pubbliche o private per la ripartenza delle attività di ristorazione danneggiate dalla emergenza epidemiologica”.

Le attività, inoltre, saranno esonerate fino al 31 ottobre 2020 dal pagamento della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche.

Per partecipare alla manifestazione occorre inviare una istanza, utilizzando il modulo allegato, alla PEC: protocollo@cert.comune.molfetta.ba.it manifestando il proprio interesse a:

a) rinnovare la concessione di suolo pubblico in possesso (scaduta o in prossimità di scadenza) senza porre in essere alcuna modifica all’area concessa in termini di spazio e arredi;

b) ampliare l’area già data precedentemente in concessione utilizzando spazi in continuità alla stessa nella misura massima del 100%, salvo differente determinazioni del Comune;

c) ampliare l’area già data precedentemente in concessione utilizzando ulteriore spazi situati in prossimità dell’attività o lo spazio nei pressi del locale, oltre la sede stradale, prospiciente l’attività economica, nella misura massima del 100%, salvo differente determinazioni del Comune;

d) richiedere, per chi non è in possesso di una concessione, l'occupazione di una area pubblica: adiacente o in prossimità dell’attività; altra area nei pressi del locale; area oltre la sede stradale prospiciente l’attività economica, nella misura consentita dagli spazi a disposizione, salvo differenti determinazioni del Comune;

e) richiedere l'utilizzo di una area privata, adiacente o in prossimità dell’attività o lo spazio nei pressi del locale, oltre la sede stradale, prospiciente l’attività economica;

f) richiedere l’occupazione o l’ampliamento dell’area demaniale marittima eventualmente già concessa, in analogia con quanto stabilito dalle norme del Decreto Rilancio, ai fini di realizzare un maggior distanziamento obbligatorio ai sensi del Decreto Rilancio e dal DPCM 17 maggio 2020, salvo differenti determinazioni del Comune;

g) manifestare altresì il proprio interesse ad occupare altre aree pubbliche diverse da quelle previste ai punti precedenti. A mero titolo di esempio: il lungomare di levante Marcantonio Colonna, il corso Umberto, il viale dei Crociati o altre aree che si possono suggerire al Comune con la presente manifestazione di interesse. Esclusivamente per la concessione di quest’ultime aree, ove richieste, il Comune si riserva ogni determinazione.

Immagini della notizia

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su